Energie al servizio della comunità

Sosteniamo lo sviluppo sostenibile anche nelle realtà rurali dove l’attività agrituristica è fortemente presente

Secondo recenti stime del Ministero dello Sviluppo Economico e di Assogasliquidi, nel 2015 più di 7 milioni di famiglie hanno utilizzato il GPL per riscaldarsi, cucinare o produrre acqua.
In questo numero sono incluse oltre 4 milioni di persone che vivono nei 1.300 Comuni italiani non allacciati alla rete del metano. Si tratta di realtà territoriali che spesso soffrono di una fornitura elettrica inaffidabile o poco efficiente. Ciò è particolarmente problematico, se si pensa che le aree rurali in Italia contribuiscono al 42% del PIL nazionale1.
pag26.svg
Il settore agricolo, in particolare, è uno dei motori del made in Italy: nel primo trimestre 2015, è stato il comparto che ha registrato l’incremento del PIL più elevato, con una crescita di circa il 6%, in controtendenza rispetto ai trend registrati a livello Paese2. Una crescita dovuta anche a livelli di export da record – 36 miliardi di Euro – che sottolineano quanto i prodotti italiani siano sempre più apprezzati all’estero3


L’Italia è infatti il Paese europeo con il maggior numero di prodotti agroalimentari a denominazione di origine e a indicazione geografica riconosciuti dall’Unione europea: sono 280 i prodotti DOP, IGP, STG e 523 i vini DOCG, DOC, IGT4.

Si stima che questi numeri siano destinati ad aumentare. La crescita del settore agricolo, infatti, ha creato 83.000 posti di lavoro solo nel primo semestre del 20155. Inoltre, negli ultimi anni, stiamo assistendo al fenomeno del cosiddetto “ritorno alle campagne”, che ha coinvolto migliaia di persone, per la maggior parte giovani in cerca di lavoro e realizzazione personale. Gli under 35 che operano come imprenditori, coadiuvanti familiari e soci di cooperative agricole hanno superato le 70.000 unità: il 15% delle persone che compiono questa scelta è laureato e il 68% è in possesso di un diploma superiore6.


Liquigas vuole essere partner di uno sviluppo sostenibile a livello locale

In questo contesto, uno dei principali obiettivi di Liquigas è garantire una presenza capillare sul territorio, continuando a essere un alleato per le comunità locali che contribuisce al loro sviluppo e benessere. Infatti, la promozione della sostenibilità lungo l’intera catena del valore e il sostegno allo sviluppo in tutto il territorio delle comunità non raggiunte dalla rete a metano fanno parte del DNA dell’azienda e del suo ruolo di consulente energetico.

Proprio per questo, negli ultimi anni Liquigas ha promosso una serie di iniziative volte a beneficiare di circa 20.000 clienti che usufruiscono delle 286 reti canalizzate dell’azienda, come il Progetto FREE (Future of Rural Energy in Europe), promosso da SHV a livello europeo, che si rivolge alle autorità locali promuovendo l’uso di GPL e GNL come fonti energetiche sostenibili e definendo iniziative che accrescano il benessere della comunità attraverso un ridotto impatto ambientale.

Nel corso del 2015 Liquigas ha rafforzato il suo impegno su questi temi. Grazie a un nuovo protocollo d’intesa con Ancitel Energia & Ambiente S.p.A. – società dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) che realizza progetti e fornisce servizi ambientali per i Comuni – Liquigas si appresta ad avviare iniziative di sensibilizzazione a livello istituzionale e territoriale sui vantaggi dell’uso del GPL e GNL nei Comuni piccoli o non-metanizzati. Tutti i Comuni italiani riceveranno comunicazioni periodiche e un kit informativo sui vantaggi legati all’uso di questi combustibili. Si prevede, inoltre, la realizzazione di seminari tecnici in sedi riconosciute e la realizzazione di un’indagine per verificare la conoscenza e la predisposizione dei territori comunali all’accettazione di GPL e GNL.


Liquigas vuole essere partner di uno sviluppo sostenibile a livello locale, soprattutto in realtà rurali dove l’attività agrituristica è fortemente presente. In continuità con quest’impegno, durante l’anno, l’azienda ha siglato una convenzione con Terranostra, l’associazione degli agriturismi di Coldiretti, fortemente impegnata nella sostenibilità e nella tutela del territorio. L’obiettivo dell’accordo, presentato ufficialmente a EXPO, è facilitare il passaggio delle strutture agrituristiche al GPL. Tramite un’offerta dedicata che prevede condizioni economiche esclusive e vantaggiose, gli agriturismi associati potranno avvalersi di sconti e voucher sugli acquisti di apparecchiature, proporzionati ai loro livelli di consumo. In parallelo, Liquigas e Terranostra collaboreranno per la realizzazione di attività congiunte finalizzate alla promozione del rispetto dell’ambiente, alla valorizzazione del territorio e alla diffusione di pratiche di sviluppo sostenibile.


 


1 OCSE (2009). “OECD Rural Policy Reviews: Italy”. Disponibile su: http://www.keepeek.com/Digital- Asset-Management/oecd/urban- rural-and-regional-development/ oecd-rural-policy-reviews-italy- 2009_9789264056237-en#page1

2 Elaborazioni Coldiretti su dati Istat. Disponibili su: http://www.coldiretti.it/News/Pagine/364-%E2%80%93-29--Maggio-2015.aspx

3 Fondazione Symbola (2015). “GreenItaly Report 2015”. Disponibile su: http://www.symbola.net/assets/ files/rapportogreenitaly2015%20 BASSA_1447064245.pdf

4 Dati Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Disponibili su: https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/309

5 Il Sole 24 Ore: http://www.ilsole24ore. com/art/notizie/2015-06-04/ lombardia-ritorno-terra-boom- 24percento-lavoro-agricolo-233230. shtml?uuid=ABW0NpsD

6 Dati Coldiretti Lombardia per Il Sole 24 Ore, citati in : http://www.ilsole24ore. com/art/notizie/2015-06-04/ lombardia-ritorno-terra-boom- 24percento-lavoro-agricolo-233230. shtml?uuid=ABW0NpsD