Ambiente

Focus: la riduzione delle emissioni di CO2 e PM10 grazie al passaggio da GPL e GNL

L'analisi sui benefici ambientali in termini di riduzione delle emissioni di anidride carbonica e polveri sottili

Con il supporto di EY (Ernst & Young) e sulla base di fattori di emissione forniti da Innovhub-SSI (2016) ed Enea (2015), è stata effettuata un’analisi sui benefici ambientali in termini di riduzione delle emissioni di anidride carbonica (CO2) e polveri sottili (PM10), generati dal passaggio dei nuovi clienti 2015 da olio combustibile (BTZ) e gasolio a GPL e GNL.


focus-amb-1.svg


I consumi di GPL e GNL suddivisi per tipologia di utenza (domestica e industriale), sono stati raccolti e convertiti in consumi energetici (espressi in kWh). Successivamente, sono stati suddivisi tra gasolio e BTZ in base alle utenze che utilizzavano l’uno o l’altro combustibile. In questo modo è stato possibile stimare gli ipotetici consumi di gasolio e BTZ nel caso in cui non si fosse verificato il passaggio dalle fonti tradizionali alle nuove fonti. Una volta ottenuti valori comparabili, si è proceduto al calcolo delle emissioni di CO2 e PM10 dei due scenari, utilizzando i fattori di emissione forniti da Innovhub. Da qui è stato possibile stimare i benefici ambientali conseguenti al passaggio da BTZ e Gasolio a GNL e GPL.


focus-amb-2.svg


 Lo switch dei consumi è collegato a importanti benefici per l’ambiente: sono state stimate riduzioni delle emissioni di CO2 per il passaggio al GPL del 10,1% rispetto al gasolio e del 14,4% rispetto al BTZ; per il GNL questo calo è ancora più forte e si attesta rispettivamente al 23,6% e al 27,3%. Il passaggio ai combustibili Liquigas comporta anche impatti positivi per quanto riguarda le emissioni di PM10 e la qualità dell’aria: per il GPL si parla di riduzioni del 44,4% rispetto al gasolio e del 96,6% rispetto al BTZ. Per il GNL i risultati sono ancora migliori con una riduzione delle emissioni del 94,4% rispetto al gasolio e del 99,7% rispetto al BTZ. I risultati ottenuti possono essere applicati alla vita di tutti i giorni. Basti pensare che il risparmio di CO2 complessivamente stimato per lo switch da gasolio e BTZ a GPL e GNL di questi clienti è pari al potenziale di assorbimento di anidride carbonica di circa 90.000 alberi in un anno e che la riduzione dei livelli di PM10 nell’aria è uguale ai volumi di particolato prodotti da 16.000 automobilisti che percorrono una media di 10.000 km all’anno.


 focus-amb-3.svg