Cliente

La voce di un nostro cliente: Gruppo Sanpellegrino

Intervista a Massimo Angelini - Environment & Energy Manager, Gruppo Sanpellegrino

IMG-11.jpgQual è la strategia energetica di Sanpellegrino? Come le soluzioni di Liquigas stanno contribuendo a realizzarla?

Nestlé, gruppo al quale appartiene Sanpellegrino, ha come obiettivo ambientale un target ambizioso: ridurre del 40% le emissioni di CO2 entro il 2020, rispetto ai livelli del 2010. Per questo, nel corso negli anni, abbiamo attivato progetti di efficientamento energetico, cercando soluzioni sostenibili che potessero accompagnare la transizione verso fonti di energia rinnovabili. Il GNL di Liquigas ha rappresentato un ottimo punto di partenza nel raggiungimento di questo nostro obiettivo. Nello stabilimento di Levissima di Cepina Valdisotto (SO), nel 2015, siamo passati dal GPL a GNL. Questo intervento, realizzato con Liquigas, ha comportato, oltre ai vantaggi economici ed ambientali, la possibilità di passare a una “fornitura telematica” con un forte snellimento delle pratiche di verifica e fornitura. Nel 2016, inoltre, Liquigas ci ha assistito nello stabilimento di Acqua Panna di Scarperia (FI), al passaggio da BTZ a GNL. Il progetto è stato accompagnato da numerosi interventi di efficientamento energetico aggiuntivo, tra cui il rinnovo delle caldaie con soluzioni a più alta efficienza. Questo ci ha consentito una riduzione del 38% delle emissioni di CO2, aggiungendo così un altro tassello per raggiungere il nostro target di riduzione delle emissioni.


Qual è la vostra esperienza con Liquigas?

Il rapporto professionale con Liquigas è stato ed è sicuramente positivo sotto tutti i punti di vista. Riteniamo che la nostra collaborazione sia un buon esempio di partnership tra cliente e fornitore. Liquigas ha gestito in modo efficace tutte le fasi di predisposizione, realizzazione e avviamento degli impianti, garantendo un supporto tecnico costante e dimostrando capacità di ascolto e proattività nel venire incontro alle nostre esigenze. Niente è stato lasciato al caso. Un esempio di questo approccio è il lavoro che abbiamo svolto insieme nello stabilimento di Acqua Panna di Scarperia. L’impianto infatti si trova in un area protetta e soggetta a stringenti vincoli paesaggistici. Consapevole dei limiti generati da questa situazione, Liquigas ci ha supportato nello studiare la soluzione meno impattante in termini ambientali sia per la gestione che per il posizionamento degli impianti di GNL, al contempo assicurandoci elevati livelli di funzionalità.


Quali sono gli aspetti su cui Liquigas potrebbe investire per migliorare la propria offerta?

Nel contesto attuale, la transizione dai combustibili fossili a forme di energia pulita è una sfida di estrema importanza, che richiede una collaborazione tra tutti gli attori coinvolti. Il GNL è sicuramente un ottimo punto di partenza verso questa transizione. Come spunto di miglioramento suggeriremmo a Liquigas di continuare questo percorso con delle soluzioni energetiche innovative anche esplorando il mondo delle rinnovabili, così da supportare sempre di più i clienti nella riduzione delle emissioni in ottica di una tutela dell’ambiente.


LO SCENARIO DI RIFERIMENTO IN PILLOLE

pillole-cliente.svg